skip to Main Content
Fiore de nocchie

Una straordinaria testimonianza: gli stornelli e i canti popolari nella memoria femminile delle nocchiarole dell’area cimina!

Una raccolta unica nel suo genere: i canti popolari che le raccoglitrici di nocciole intonavano durante il lavoro all'aria aperta. Il libro racconta la vicenda personale della ricercatrice che, con uno studio della fine degli anni ’90, scopre un mondo fatto di sonorità lontane e ricordi legati al lavoro agricolo al femminile della società del primo Novecento. I canti delle “nocchiarole”, registrati dal vivo nelle abitazioni delle anziane esecutrici, costituiscono un repertorio sonoro esclusivo e il lavoro di documentazione, di registrazione e di trascrizione musicale, ha permesso la conservazione di una parte importante e ancora viva della memoria contadina.

Ordina ora!
Informazioni sul libro
Cd mp3 "Fiore de nocchie"
Cd mp3 “Fiore de nocchie”

Questo volume è il frutto di un lavoro di ricerca “sul campo” che ho condotto in un ambito territoriale piuttosto circoscritto nell’area meridionale della Tuscia viterbese. Si tratta di una indagine sull’esistenza o, meglio, la persistenza, nella mia terra d’origine, di repertori di tradizione orale. Gli obiettivi principali della ricerca sono: constatare quanto tali repertori siano ancora presenti nella memoria popolare contadina dell’area cimina e verificare la loro progressiva scomparsa dovuta a processi di disgregazione e di trasformazione in atto nella comunicazione folclorica. I canti, registrati dal vivo nelle stesse abitazioni delle “esecutrici” (tutte donne residenti nei luoghi oggetto di ricerca, di età compresa tra i 60 e i 90 anni , con una scolarità che non supera mai la quinta elementare) e in presenza di almeno tre o quattro persone, costituiscono documenti sonori decontestualizzati e pertanto privi di quello spirito e di quella vocalità che sono peculiari dell’esecuzione musicale contadina. Tuttavia, il lavoro di documentazione ha una valenza non trascurabile poiché, con le trascrizioni musicali e le registrazioni su supporto sonoro, permette la conservazione e la trasmissione di una parte importante ed ancora viva della nostra coscienza culturale che un tempo concorreva a distinguere un territorio da un altro, quando i livelli di omologazione che conosciamo oggi erano impossibili solo da immaginare.

(Laura Ammannato)

 

 

 

La “cultura immateriale” prende sostanza di pubblicazione e la salvaguardia di usi e costumi, che vanno progressivamente scomparendo, passa dall’edizione di lavori appassionati, completi e rigorosi come questo. Proposti con spartito musicale e testo a fronte, i canti appartengono al repertorio della tradizione orale dei monti Cimini, nell’area meridionale della Tuscia viterbese. La descrizione analitica del repertorio, gli aneddoti, le immagini, la cura etnomusicologica, estetica e storica, fanno di questo libro un’eccellenza tutta da scoprire.

La pubblicazione può essere integrata con 1 cd mp3 e contiene gli spartiti musicali.

 

Dettagli
Autore:
Genere: Saggistica
Editore: Hermes Edizioni
Anno di Pubblicazione: 2015
Formato: Brossura
Narratore: Laura Ammannato
Illustratore: Immagini di repertorio
ASIN: 8890552158
ISBN: 8890552158
Valutazione:

Prezzo di listino: 20
Ordina adesso
Acquista da Amazon
Anteprima
Carrello
Back To Top
Search